Scegli la diretta web che vuoi vedere


 


      



 

Luciana Savignano ricorda Bejart
LEAVE A COMMENT 8 OTTOBRE 2017
Savignano
SHARE TWEET SHARE PIN IT 1434 VIEWS
Un omaggio dell’étoile Luciana Savignano al grande coreografo francese Maurice Béjart, nel decennale della sua scomparsa, ha inaugurato mercoledì 4 ottobre nella Chiesa Luterana di Napoli la ventiduesima edizione della rassegna Concerti di Autunno della Comunità Evangelica Luterana di Napoli, presieduta da Riccardo Bachrach, per la direzione artistica di Luciana Renzetti.

 

È stata la figura più importante di tutto il mio percorso artistico, dice di Maurice Béjart la Savignano, stella della danza internazionale e protagonista della serata che ha visto anche la partecipazione straordinaria dell’attore Corrado Oddi. Nel corso dell’evento sono inoltre stati proposti proiezioni e commenti di Mara Fusco, decana della danza made in Naples.

luciana_savignano_02Il personaggio di Maurice Bejart va al di là di ogni coreografo e titolo proposto sulla scena nel Novecento – insiste l’étoile scaligera e bejartiana – ed io ho avuto la fortuna di esserne una delle interpreti preferite. Del resto non mi avrebbero invitato a Napoli a parlare del mio grande maestro e guru della danza internazionale.

La programmazione di “Concerti di Autunno” proseguirà fino al 6 dicembre con dieci appuntamenti, tutti a ingresso libero, ogni mercoledì nella Chiesa partenopea di via Carlo Poerio. Dal jazz e dalla bossanova di Francesca Taylor e Vincenzo Danise, si approderà al repertorio classico con il pianista Angelo Villari, il chitarrista peruviano Francesco Scelzo, i fratelli Sebastianutto, il trio “La belle époque” e ancora quello formato da Luca Signorini, Michelangelo Massa e Antonio Grande per una “paganiniana”. Il duo “Two for New” si esibirà in un recital dedicato al repertorio contemporaneo italiano. Tornerà l’appuntamento con la premiazione del concorso letterario “Una piazza, un racconto”, giunto alla 20esima edizione. A chiudere la programmazione sarà il “Trio Cardoso”, che assieme al percussionista Toni Vitagliani, musicherà dal vivo il capolavoro di Charlie Chaplin “Night in the Show”.

luciana_savignano_01Del resto nelle librerie d’Italia è in vendita il libro di Emanuele Burrafato “Luciana Savignano. L’eleganza interiore” edito da Gremese che racconta appieno la vita artistica della musa di Maurice Bejart con il quarto capitolo intitolato naturalmente “Gli anni con Bejart”. Era il 1973 ricorda l’etoile – ed alla Scala Maurice Bejart doveva scegliere alcuni tra noi dell’allora Corpo di Ballo. I nostri sguardi si incrociarono ma il suo era così magnetico che l’ho ritrovato così tutti i giorni delle prove. Alla fine mi scelse per interpretare la “Nona Sinfonia” di Beethoven a Bruxelles, insieme alle più classici Angelo Moretto, Liliana Cosi ed Anna Razzi. Per me cominciò una lunga e meravigliosa avventura durata cinque anni.

Un libro dedicato alla Savignano che ci concede di entrare nei meandri della grande danza contemporanea, ed anche di Maurice Bejart. In questi giorni celebrato a distanza dai dieci anni dalla sua morte con il ricordo affettuoso della sua musa a Napoli, città che li ha amati. Ed Emanuele Burrafato in tempi non sospetti ci ha tenuto a precisare che la Savignano ha ricordato le collaborazioni con personalità straordinarie quali Roland Petit, Paolo Bortoluzzi, Rudolf Nureyev, Alvin Ailey, Mario Pistoni e l’applaudita icona di Maurice Bejart in questi giorni di nostalgia e ricordi.

Massimiliano Craus

You have no rights to post comments